Skip links

Lo standard ERC-3643 di Ethereum per la tokenizzazione dei beni reali (RWA)

$1.87

7.87%

Oggi, nel mondo finanziario, il trasferimento di valore globale avviene su un’infrastruttura di database centralizzati. Le grandi banche, le borse e i notai agiscono come nodi cruciali di questa rete, facilitando l’interconnessione di sistemi che, sebbene efficienti, rivelano la loro fragilità, rigidità e limitata scalabilità.

Questo modello, che ha prevalso per decenni, presenta sfide significative. La fragilità emerge dalla dipendenza da entità centralizzate, suscettibili di singoli fallimenti che possono avere ramificazioni globali. La rigidità si manifesta nella lentezza di adattarsi alle mutevoli esigenze di una società sempre più interconnessa. Inoltre, la scalabilità è limitata da strutture che hanno raggiunto i loro limiti funzionali nel corso del tempo. Esiste una tecnologia in grado di superare i limiti dei database centralizzati, consentendo il trasferimento di valore digitale in modo decentralizzato e interconnesso? Sì, e il suo nome è blockchain. Questa tecnologia innovativa, rompendo i paradigmi convenzionali, non solo offre una soluzione alle vulnerabilità del sistema attuale, ma pone anche le basi per una nuova era di scambio di asset digitali.

All’incrocio tra l’innovazione finanziaria e la tecnologia blockchain, la tokenizzazione di beni reali e finanziari sta emergendo come una rivoluzione che promette di rimodellare la struttura dei mercati globali. Questo fenomeno, guidato dallo sviluppo e dall’adozione di standard tecnici come l’ERC-3643, sta facilitando la creazione, la gestione e il commercio di asset digitali in un modo mai visto prima. In questo contesto, la tokenizzazione non solo rappresenta un’opportunità per aumentare la liquidità e la trasparenza dei mercati finanziari, ma democratizza anche l’accesso agli investimenti, sbloccando il valore intrappolato negli asset illiquidi e aprendo nuove strade per la creazione di valore.

Il nuovo standard ERC-3643 di Ethereum

Lo standard ERC-3643 sulla blockchain di Ethereum è un protocollo tecnico progettato specificamente per la tokenizzazione del debito, che consente di rappresentare le obbligazioni finanziarie sotto forma di gettoni digitali. Questo standard è un’evoluzione dei precedenti sforzi per creare un quadro più efficiente, trasparente e accessibile per l’emissione e la gestione del debito nell’ambiente digitale.

ERC-3643, soprannominato T-REX (Token for Regulated EXchanges), rappresenta una svolta rivoluzionaria approvata dalla comunità di Ethereum per la tokenizzazione regolamentata di beni reali. Questo standard, meticolosamente sviluppato dall’Associazione ERC3643, risponde all’importante esigenza di un quadro normativo che non solo sia conforme alle normative, ma che migliori anche l’interoperabilità, la sicurezza e l’efficienza nella creazione e nella gestione degli asset digitali.

Nel panorama della finanza decentralizzata (DeFi), dove la tokenizzazione è diventata una forza trainante, spicca l’assenza di uno standard normativo. L’ERC-3643 affronta questa lacuna fornendo una struttura che non solo permette, ma regolamenta l’emissione di attività considerate “titoli”. Questo approccio comprende sia gli aspetti normativi che le caratteristiche intrinseche degli asset.

L’Associazione ERC3643, l’ente che sta dietro a questo standard, ha individuato la necessità di creare un protocollo che garantisca la conformità normativa senza sacrificare l’innovazione. T-REX quindi non solo garantisce l’emissione sicura di asset digitali, ma promuove anche una maggiore interoperabilità tra smart contract e DApp, creando un ambiente più sicuro ed efficiente.

Per implementare un token di debito utilizzando lo standard ERC-3643, un emittente deve sviluppare uno smart contract che sia conforme alle specifiche dello standard. Questo smart contract deve essere in grado di gestire la creazione dei token, che rappresentano il debito, nonché di gestire il loro trasferimento tra i portafogli e l’esecuzione dei pagamenti degli interessi e del capitale secondo i termini del debito.

Un aspetto critico dell’uso di ERC-3643 è la necessità di rispettare le normative finanziarie e sui titoli. Ciò significa che gli emittenti devono assicurarsi che la loro offerta di token di debito sia conforme alle leggi locali e internazionali, il che può includere lo svolgimento di controlli KYC e antiriciclaggio (AML), tra gli altri requisiti.

Caratteristiche del nuovo standard ERC-3643

Libero e Open Source: ERC-3643 è uno standard open-source, disponibile per la comunità senza restrizioni. Questo incoraggia la trasparenza e la collaborazione, permettendo agli sviluppatori di tutto il mondo di contribuire allo sviluppo e al miglioramento continuo dello standard. Si riflette nel repository ufficiale ERC-3643 su GitHub. Qui la comunità può esplorare il codice sorgente, partecipare alle discussioni e contribuire alla crescita continua dello standard. Questo approccio decentralizzato garantisce un’evoluzione dinamica e adattiva dello standard in base all’evoluzione della tecnologia e delle esigenze del mercato.

Completamente compatibile con la EVM (Ethereum Virtual Machine): ERC-3643 è stato progettato per essere completamente compatibile con la Ethereum Virtual Machine (EVM). Questo significa che può essere perfettamente integrato con l’infrastruttura Ethereum esistente, facilitando l’adozione da parte di applicazioni decentralizzate e contratti intelligenti.

Conformità della tokenizzazione degli asset: ogni token di sicurezza ha un registro di identità unico, collegato a una whitelist dinamica di identità, che verifica continuamente la validità e l’idoneità degli investitori. ERC-3643 incorpora anche un contratto di conformità, che stabilisce regole specifiche come il numero massimo di investitori per paese e i limiti di token per investitore. Questo contratto, adattabile ai mutevoli requisiti legali, fornisce un quadro flessibile e affidabile per l’emissione di token di sicurezza su Ethereum.

Verificato da Hacken: la sicurezza è fondamentale nell’ecosistema blockchain. ERC-3643 è stato sottoposto a rigorosi controlli di sicurezza da parte di Hacken, un’azienda leader nel settore della sicurezza informatica. Questo processo garantisce che lo standard soddisfi i più elevati standard di protezione, offrendo agli utenti e agli sviluppatori la massima tranquillità.

Standardizzazione: ERC-3643 fornisce un insieme di regole e standard per l’emissione di token di debito sulla blockchain di Ethereum. Questo include le specifiche su come questi token devono essere creati, trasferiti e gestiti, garantendo la compatibilità e l’efficienza tra le diverse piattaforme e applicazioni.

Interoperabilità: in quanto standard riconosciuto, facilita l’interoperabilità tra diversi progetti e applicazioni finanziarie nell’ecosistema Ethereum, consentendo ai token del debito di essere facilmente integrati, scambiati e gestiti su diverse piattaforme e portafogli.

Trasparenza e sicurezza: l’implementazione del debito tokenizzato su una blockchain garantisce un elevato livello di trasparenza e sicurezza. Ogni transazione e modifica dello stato di un token viene registrata in modo immutabile sulla blockchain, consentendo un’accurata tracciabilità della proprietà e degli obblighi.

Automazione da Conformità y PagamentiUno dei principali vantaggi di ERC-3643 è la possibilità di integrare contratti intelligenti in grado di automatizzare alcune funzioni, come la distribuzione degli interessi, la gestione degli eventi di default o la scadenza del debito, riducendo così il carico amministrativo e il rischio di errori umani.

Accessibilità e liquidità: la tokenizzazione del debito rende più facile la sua suddivisione in unità più piccole, il che può contribuire a ridurre le barriere all’ingresso per gli investitori e ad aumentare la liquidità del mercato. Questo apre nuove opportunità sia per gli emittenti di debito in cerca di finanziamenti sia per gli investitori interessati a questo tipo di attività.

Cos’è la tokenizzazione?

La tokenizzazione è un processo tecnico e finanziario di conversione di diritti o beni in token digitali che possono essere scambiati o trasferiti su una blockchain. Questa tecnologia offre un nuovo modo di interagire con i beni tradizionali, dagli immobili all’arte agli strumenti finanziari e oltre, consentendo una maggiore liquidità, trasparenza ed efficienza nelle transazioni.

In sostanza, la tokenizzazione prevede la creazione di gettoni digitali che rappresentano la proprietà o alcuni diritti su un bene fisico o non fisico. Questi token sono registrati su una blockchain, un database distribuito che garantisce l’immutabilità e la trasparenza delle informazioni. Grazie alla tecnologia blockchain, ogni transazione effettuata con questi token è verificabile, sicura e trasparente, eliminando la necessità di intermediari e riducendo i costi e i tempi delle transazioni.

I token possono essere classificati in diverse categorie, tra cui i token di sicurezza, che rappresentano investimenti in beni reali, aziende o progetti con rendimenti attesi, e i token di utilità, che forniscono l’accesso a servizi o funzioni all’interno di uno specifico ecosistema. La tokenizzazione può essere applicata a un’ampia gamma di beni, tra cui:

  • Beni immobili: la tokenizzazione degli immobili permette di dividere la proprietà in parti più piccole, facilitando l’investimento e la vendita.
  • Arte e oggetti da collezione: attraverso la tokenizzazione, le opere d’arte e gli oggetti da collezione possono essere tokenizzati, consentendo la proprietà condivisa e fornendo liquidità a beni tradizionalmente illiquidi.
  • Strumenti finanziari: la tokenizzazione di azioni, obbligazioni e altri strumenti finanziari può migliorare l’efficienza del mercato, ridurre i costi e aprire i mercati a una più ampia gamma di investitori.
  • Beni immateriali: anche i brevetti, i diritti d’autore e le altre forme di proprietà intellettuale possono essere tokenizzati per facilitarne la commercializzazione e il trasferimento.

Cos'è la tokenizzazione dei beni reali?

Come avviene il processo di tokenizzazione di un bene fisico?

La tokenizzazione degli asset del mondo reale (RWA) si riferisce in particolare al processo di conversione dei diritti su asset fisici del mondo reale in token digitali su una blockchain. Questo processo prevede la creazione di una rappresentazione digitale di un bene tangibile (come immobili, attrezzature, inventario o persino infrastrutture) o intangibile (come i diritti di proprietà intellettuale), che può essere acquistato, venduto o scambiato su piattaforme digitali.

La tokenizzazione di un bene fisico è una rivoluzione nel modo in cui pensiamo alla proprietà e al trasferimento dei beni. Questo processo essenziale prevede la trasformazione dei diritti di proprietà su un bene tangibile in rappresentazioni digitali, note come token. L’esecuzione di questo processo è supportata da un’infrastruttura di contratti intelligenti e dalla tecnologia blockchain immutabile, con un’attenzione particolare all’uso di token non fungibili (NFT).

In pratica, ogni bene fisico viene meticolosamente registrato su una blockchain, dove vengono documentati i suoi attributi essenziali e la sua storia. Questo record costituisce la base per la creazione di uno smart contract, un insieme di regole e condizioni che disciplinano la tokenizzazione dell’asset. Il cuore di questo processo è la generazione di token digitali, che servono a rappresentare in modo unico e indivisibile l’attività sottostante. Questi token, tipicamente NFT (token non fungibili), incapsulano la proprietà o i diritti del bene fisico in una forma completamente digitale. La sua unicità e tracciabilità sono garantite dalla natura decentralizzata e sicura della blockchain.

Per quanto riguarda le modalità di attuazione, esistono due approcci predominanti. Una è quella di sfruttare le piattaforme specializzate nella tokenizzazione e nell’emissione di token. Queste piattaforme offrono soluzioni standardizzate che semplificano il processo dalla creazione del contratto intelligente alla generazione del token.

D’altra parte, l’alternativa prevede la creazione di una piattaforma di tokenizzazione personalizzata, un’opzione che offre flessibilità e adattabilità alle esigenze specifiche dell’asset e dell’emittente. Ciò può comportare la collaborazione con team di sviluppo della blockchain, come Metlabs, per progettare uno smart contract e un’interfaccia utente su misura che riflettano le caratteristiche uniche dell’asset in questione.

L’investimento in cripto-asset non è regolamentato, potrebbe non essere adatto agli investitori al dettaglio e l’intero importo investito potrebbe andare perso. È importante leggere e comprendere i rischi di questo investimento, che sono spiegati in dettaglio.

Contáctanos
Contáctanos
Hola 👋 ¿En qué podemos ayudarte?