Skip links

Quando si dimezza il Bitcoin e che cos’è?

$1.87

7.87%

Il Bitcoin o BTC, creato nel 2008 dall’enigmatico pseudonimo di Satoshi Nakamoto, è emerso come alternativa all’attuale sistema finanziario/monetario e il suo successo è stato notevole come nessun’altra valuta non emessa da una banca centrale. Ma il suo successo è dovuto principalmente alle qualità dell’asset stesso, come la decentralizzazione e la sua offerta limitata, ed è qui che entra in gioco il dimezzamento del Bitcoin. Si tratta di un evento programmato che si verifica all’incirca ogni quattro anni e che svolge un ruolo essenziale nell’emissione e nell’offerta complessiva di questa criptovaluta. Durante questo evento, la ricompensa che i minatori ricevono per ogni blocco risolto viene dimezzata, con un impatto diretto sul tasso di produzione di nuovi bitcoin. Storicamente è stato l’antefatto di grandi rialzi, ma ricordiamo che le performance passate non sono garanzia di quelle future! In questo post approfondiremo l’importanza fondamentale del dimezzamento e gli eventi storici di questo evento.

Che cos’è il dimezzamento del Bitcoin?

Il dimezzamento è un evento che si verifica ogni 4 anni circa e consiste nel dimezzamento della ricompensa che i minatori ricevono per ogni blocco. Questo evento si verifica dopo che sono stati estratti 210.000 blocchi, ovvero circa 4 anni. È fondamentale capire che questa stima è un’approssimazione e non un indicatore di tempo esatto. La rete Bitcoin regola dinamicamente la difficoltà di estrazione per garantire che, in media, venga estratto un blocco ogni 10 minuti. Poiché la velocità di generazione dei blocchi può variare a causa della saturazione della rete, l’intervallo esatto tra gli Halvings può essere ridotto o allungato. Questa regolazione dinamica fa parte del design adattivo di Bitcoin per mantenere l’emissione di nuove monete più vicina al piano originale, che prevede la creazione di un nuovo blocco ogni 10 minuti.

Questa riduzione della ricompensa mineraria è un meccanismo per controllare l’emissione totale di Bitcoin. Poiché la quantità di nuovi bitcoin generati per blocco si riduce, l’offerta sul mercato è limitata. Questo processo, nella teoria economica, contribuisce alla percezione di scarsità, un elemento che storicamente ha influenzato la valutazione del Bitcoin.

E ti chiederai: cos’è e perché i minatori di BTC ricevono una ricompensa? Ricevono una ricompensa come incentivo per convalidare e aggiungere nuovi blocchi alla blockchain. Questa ricompensa, inizialmente fissata a 50 bitcoin per blocco, viene data per compensare l’energia e le risorse computazionali che i minatori investono per proteggere e mantenere la rete Bitcoin.

Dimezzamento presente nel codice sorgente di Bitcoin

Questo evento si riflette nel codice sorgente della criptovaluta e il suo avvio è una conseguenza pre-programmata che riflette la visione di Satoshi Nakamoto di limitare l’offerta totale di bitcoin. Per capire come si avvia questo evento, è necessario esplorare alcuni aspetti del codice sorgente di Bitcoin.

Il codice sorgente di Bitcoin è l’insieme di istruzioni e regole programmatiche che definiscono il funzionamento della criptovaluta. Il codice sorgente di Bitcoin è scritto principalmente in C++ ed è disponibile come software open-source. Il repository principale del codice sorgente di Bitcoin è ospitato sulla piattaforma GitHub. È il protocollo fondamentale che regola la creazione, la transazione e la sicurezza dei bitcoin, fornendo le basi tecnologiche e la regolazione del consenso per la rete decentralizzata Bitcoin. In sostanza, il codice sorgente è la “bibbia” del Bitcoin, che delinea le regole del gioco per questa innovativa forma di denaro digitale.

In generale, l’attivazione del processo di dimezzamento avviene tramite una funzione specifica del codice. Questa funzione, responsabile della gestione delle ricompense dei blocchi, stabilisce una nuova sovvenzione, con conseguente riduzione del 50% della quantità di bitcoin che i minatori ricevono quando aggiungono un blocco alla blockchain. Questo evento, che si verifica ogni 210.000 blocchi, rappresenta un ingranaggio chiave nel meccanismo tecnico di Bitcoin, influenzando direttamente le dinamiche di emissione e di offerta della criptovaluta.

 

halving bitcoin code
Il codice sorgente presenta la funzione che attiva il dimezzamento tramite la Finematica

Perché Halving è importante e innovativo?

Il dimezzamento è fondamentale per Bitcoin perché introduce una riduzione pre-programmata del tasso di creazione di nuovi bitcoin, limitando l’offerta e stabilendo un meccanismo di scarsità intrinseco. Riducendo la ricompensa per i minatori, l’obiettivo è quello di mantenere una fornitura controllata di bitcoin in circolazione. Questo contrasta con le valute tradizionali emesse dalle banche centrali, in quanto il Bitcoin non è soggetto alla stampa incontrollata di altre unità, proteggendo il suo valore a lungo termine (inflazione).

La limitazione dell’offerta è intensificata dalla perdita di bitcoin presso gli indirizzi inattivi o “morti”. Nel corso del tempo, alcuni bitcoin diventano inaccessibili a causa della perdita delle chiavi private o degli indirizzi non più utilizzati. Questa perdita costante contribuisce alla diminuzione dell’offerta di bitcoin disponibili.

I minatori svolgono un ruolo essenziale in questo scenario poiché, nonostante la ricompensa ridotta, la loro partecipazione è necessaria per la convalida delle transazioni e la sicurezza della rete. Il loro ruolo diventa ancora più critico con il declino dei premi diretti, in quanto le commissioni di transazione e gli aumenti di prezzo dovrebbero compensare parte di questa perdita di entrate.

Contesto storico del dimezzamento

Il dimezzamento del Bitcoin è stato un fenomeno molto atteso e seguito con attenzione dalla comunità delle criptovalute, lasciando tracce notevoli nella storia delle criptovalute. Vediamo il contesto storico attraverso le date passate e le ripercussioni sul prezzo e sulla notorietà del Bitcoin. Tieni presente che i risultati passati non garantiscono quelli futuri!

Novembre 2012 – Primo dimezzamento:
Nel primo Halving, avvenuto nel novembre 2012, la ricompensa del blocco è stata ridotta da 50 a 25 bitcoin. Nei mesi precedenti all’evento, il Bitcoin ha registrato un notevole aumento di prezzo, passando da pochi dollari a circa 12 dollari. Successivamente, nei mesi successivi al dimezzamento, il prezzo ha continuato la sua graduale ascesa fino a raggiungere livelli vicini ai 270 dollari nel 2013.

Luglio 2016 – Secondo dimezzamento:
Nel secondo Halving, avvenuto nel luglio 2016, la ricompensa è stata ridotta a 12,5 bitcoin per blocco. A differenza del primo evento, il Bitcoin aveva già acquisito notorietà e un’adozione diffusa. Nei mesi precedenti l’Halving, il prezzo è aumentato notevolmente, superando i 600 dollari. Il ciclo post-Halving è stato ancora più pronunciato, portando il Bitcoin a raggiungere livelli vicini ai 2.500 dollari nel 2017, cementando la criptovaluta come un asset di grande interesse per gli investitori istituzionali e retail.

Maggio 2020 – Terzo dimezzamento:
Il terzo dimezzamento, avvenuto nel maggio 2020, ha ridotto la ricompensa a 6,25 bitcoin. Nei mesi precedenti all’evento, il Bitcoin ha registrato un notevole aumento di prezzo, arrivando a superare i 10.000 dollari. Il dimezzamento ha coinciso con un periodo di crescente interesse istituzionale, che ha contribuito a far raggiungere al prezzo i livelli storici di circa 69.000 dollari nell’aprile 2021. Questo ciclo ha ulteriormente rafforzato la percezione del Bitcoin come riserva di valore e come bene con un significativo potenziale di apprezzamento.

halving bitcoin historico

Il futuro all’orizzonte: il dimezzamento del Bitcoin nel 2024

Mentre ci avviciniamo al prossimo dimezzamento del Bitcoin previsto per il 2024, le aspettative e l’interesse per l’evento si intensificano. Il prossimo episodio nella cronologia di Bitcoin dovrebbe avvenire intorno a maggio 2024, segnando la continuazione della saga della riduzione delle taglie e le sue possibili implicazioni per il prezzo e la percezione della principale criptovaluta. Puoi guardare il conto alla rovescia in tempo reale qui.

Anche se prevedere con certezza l’esatto impatto sul prezzo è difficile, i cicli passati hanno stabilito un modello di aumento dell’attenzione e della valutazione del Bitcoin nei mesi precedenti e successivi al dimezzamento. Si prevede che la narrativa della scarsità, come la metà della ricompensa, rimarrà una componente chiave nella psiche degli investitori e degli appassionati. In questo contesto, è importante considerare l’evoluzione dell’ecosistema delle criptovalute negli anni successivi. I cambiamenti nell’adozione istituzionale, le normative e gli sviluppi tecnologici potrebbero aggiungere sfumature significative al prossimo ciclo di Halving. Inoltre, la consapevolezza globale delle criptovalute ha raggiunto livelli senza precedenti, il che potrebbe influenzare le dinamiche di mercato.

Allo stesso modo, l’arrivo di un exchange-traded fund (ETF) di Bitcoin è stato un argomento di tendenza nella comunità delle criptovalute e potrebbe giocare un ruolo cruciale nella narrazione del dimezzamento del 2024. Un ETF Bitcoin consentirebbe agli investitori di accedere al Bitcoin attraverso le piattaforme tradizionali, eliminando alcune delle barriere che hanno scoraggiato alcuni partecipanti al mercato. La creazione di un ETF potrebbe aprire le porte a una maggiore partecipazione istituzionale, dato che molte istituzioni finanziarie preferiscono investire attraverso veicoli di investimento più familiari e regolamentati come BlackRock, Fidelity… Questo, a sua volta, potrebbe incrementare la domanda di Bitcoin, soprattutto nel periodo che precede l’Halving, quando l’attenzione del mercato tende ad aumentare. La narrativa dell’ETF potrebbe concentrarsi sulla legittimazione del Bitcoin come asset di investimento mainstream, attirando gli investitori che in precedenza erano diffidenti a causa della percezione della criptovaluta come asset più speculativo.

Inoltre, la maggiore accessibilità e liquidità offerta da un ETF potrebbe essere un catalizzatore per un’adozione diffusa. L’adozione di tecnologie emergenti è spesso guidata dall’integrazione nei sistemi finanziari esistenti. L’eventuale arrivo di un ETF potrebbe segnare un passo significativo verso l’integrazione del Bitcoin nel tessuto finanziario tradizionale, generando una nuova ondata di interesse e partecipazione alla criptovaluta.

etf bitcoin halving

L’investimento in cripto-asset non è regolamentato, potrebbe non essere adatto agli investitori al dettaglio e l’intero importo investito potrebbe andare perso. È importante leggere e comprendere i rischi di questo investimento, che sono spiegati in dettaglio.

Contáctanos
Contáctanos
Hola 👋 ¿En qué podemos ayudarte?