Skip links

Introduzione allo standard BRC-20: come i contratti intelligenti rivoluzionano il Bitcoin

$1.87

7.87%

Il Bitcoin, creato da un individuo o da un gruppo di individui con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, è la prima criptovaluta decentralizzata al mondo, lanciata nel gennaio 2009. Contrariamente a quanto si pensa, il Bitcoin è molto più di una semplice valuta digitale: è un sistema di pagamento innovativo e una nuova forma di denaro che utilizza una tecnologia di contabilità distribuita chiamata blockchain per facilitare transazioni sicure e anonime.

Il Bitcoin si basa su una rete decentralizzata di nodi che mantengono una copia del libro mastro, noto come blockchain. Questa tecnologia permette alle transazioni di essere verificate dai partecipanti alla rete (minatori) attraverso un processo noto come Proof of Work (PoW). Ogni transazione viene raggruppata in un blocco, che viene aggiunto alla blockchain dopo la convalida, creando un registro permanente e immutabile di tutte le transazioni effettuate.

A differenza dei sistemi centralizzati, la blockchain di Bitcoin non è controllata da alcun ente o governo, il che offre vantaggi in termini di sicurezza, privacy e resistenza alla censura. Tuttavia, è importante chiarire che Bitcoin utilizza una blockchain, contrariamente all’idea che “non è una blockchain in quanto tale”. È proprio questa tecnologia blockchain che è alla base del funzionamento del Bitcoin, consentendo il suo funzionamento decentralizzato.

Ethereum (ERC-20) e il suo lancio nel 2015:

Ethereum, invece, è una piattaforma decentralizzata che consente la creazione di contratti intelligenti e applicazioni decentralizzate (DApps) senza rischi di frode, censura o interferenze di terzi. È stato proposto nel 2013 da Vitalik Buterin e lanciato ufficialmente nel luglio 2015, non nel 2017. A differenza del Bitcoin, che si concentra sull’archiviazione e sul trasferimento di valore, Ethereum estende l’uso della tecnologia blockchain consentendo agli sviluppatori di scrivere codice da eseguire sulla blockchain, noto come smart contract.

Questi contratti intelligenti vengono eseguiti automaticamente quando si verificano determinate condizioni predefinite, senza bisogno di intermediari. Questo ha aperto infinite possibilità di automazione dei processi, dalla creazione di sistemi di voto trasparenti all’automazione dei flussi finanziari e all’esecuzione di accordi legali.

  • Scopo e applicazione: il Bitcoin è stato creato come alternativa digitale al denaro contante, con l’obiettivo principale di essere un mezzo di pagamento e di conservazione del valore. Ethereum, invece, è stato progettato come piattaforma per facilitare i contratti intelligenti e le applicazioni decentralizzate, ampliando in modo significativo gli usi della tecnologia blockchain al di là delle transazioni finanziarie.
  • Tecnologia di consenso: entrambe le piattaforme utilizzavano inizialmente il meccanismo di consenso proof-of-work, anche se Ethereum si è orientato verso un modello Proof of Stake (PoS) con l’aggiornamento di Ethereum 2.0, cercando di migliorare la scalabilità e ridurre il consumo energetico.
  • Capacità di programmazione: Ethereum introduce il concetto di un linguaggio di programmazione Turing-completo (Solidity) che gira sulla blockchain, consentendo la creazione di contratti intelligenti e applicazioni complesse.

Che cos’è il BRC-20?

Lo standard BRC-20 rappresenta un’importante pietra miliare nell’evoluzione della rete Bitcoin, inaugurando una nuova era di tokenizzazione sulla blockchain più antica e sicura del mondo. Grazie all’innovazione tecnologica, all’implementazione di Ordinals e all’aggiornamento di Taproot, Bitcoin ha esteso le sue capacità al di là della semplice moneta digitale per diventare una piattaforma in cui possono essere emessi token fungibili e non fungibili (NFT), senza la necessità di modificare il codice originale.

I token BRC-20 sono una categoria di beni digitali che vengono emessi e gestiti sulla blockchain Bitcoin, sfruttando le nuove funzionalità che consentono la creazione di contratti intelligenti e la tokenizzazione dei beni all’interno di questa rete. Questa innovazione apre le porte a un’ampia gamma di applicazioni e casi d’uso, dalla creazione di nuove criptovalute alla rappresentazione digitale di beni fisici, fino all’emissione di NFT che possono rappresentare arte, oggetti da collezione, diritti di proprietà intellettuale e molto altro.

L’aggiornamento Taproot, implementato nel novembre 2021, svolge un ruolo cruciale in questo sviluppo, poiché introduce miglioramenti significativi alla privacy, all’efficienza e alla flessibilità della blockchain Bitcoin. Taproot facilita la creazione di contratti intelligenti più complessi e meno costosi in termini di spazio e di commissioni, il che è essenziale per il funzionamento efficiente dei token BRC-20. D’altra parte, l’iniziativa Ordinals inscrive le informazioni digitali, compresi i token BRC-20, direttamente nelle transazioni Bitcoin, sfruttando la capacità di dati di Satoshi, la più piccola unità di bitcoin, per incorporare questi beni nella blockchain.

L’introduzione dei token BRC-20 ha generato un notevole entusiasmo tra gli investitori, gli sviluppatori e gli appassionati di criptovalute, in quanto offre nuove opportunità di investimento e sviluppo all’interno dell’ecosistema Bitcoin. Con una capitalizzazione di mercato già superiore a 1,4 miliardi di dollari per alcuni token, è chiaro che questo nuovo ecosistema di token sta trovando terreno fertile per la crescita e l’adozione.

Inoltre, lo standard BRC-20 non solo estende le capacità di Bitcoin come piattaforma blockchain, ma rafforza anche la sua posizione di rete innovativa e in evoluzione. Abilitando la tokenizzazione sulla sua rete, Bitcoin sta andando oltre il suo ruolo originario di pura moneta digitale per diventare un ecosistema più ricco e diversificato, in grado di supportare una varietà di applicazioni decentralizzate e di casi d’uso per i token digitali.

Taproot spiegato in dettaglio

aproot è un aggiornamento significativo della rete Bitcoin, implementato nel novembre 2021, progettato per migliorare la privacy, l’efficienza e la flessibilità nella creazione e nell’esecuzione delle transazioni sulla blockchain Bitcoin. Questo miglioramento si concentra principalmente sul modo in cui gli script delle transazioni vengono gestiti e divulgati, consentendo una maggiore complessità delle transazioni Bitcoin senza comprometterne la sicurezza o l’efficienza. Gli aspetti principali di Taproot sono illustrati di seguito:

Miglioramento della privacy

Taproot introduce una tecnica chiamata “Merkleized Abstract Syntax Tree” (MAST), che permette di nascondere la complessità di uno script Bitcoin finché non vengono soddisfatte le condizioni per la sua esecuzione. Ciò significa che viene rivelata solo la parte dello script utilizzata per una specifica transazione, migliorando la privacy degli utenti e facendo apparire esternamente tutte le transazioni uguali, indipendentemente dalla loro complessità.

Efficienza e costi ridotti

Compattando le informazioni necessarie per verificare una transazione e facendo in modo che transazioni complesse e semplici sembrino identiche a livello di blockchain, Taproot riduce lo spazio occupato dalle transazioni in un blocco. Questo non solo migliora l’efficienza in termini di spazio e tempo di elaborazione, ma può anche contribuire a ridurre le commissioni di transazione, che spesso vengono calcolate in base all’entità della transazione.

Maggiore flessibilità con le firme Schnorr

Taproot introduce le firme Schnorr, sostituendo l’algoritmo di firma digitale ECDSA (Elliptic Curve Digital Signature Algorithm) precedentemente utilizzato in Bitcoin. Le firme Schnorr offrono diversi vantaggi, tra cui la possibilità di combinare più firme in una sola (“aggregazione di firme”). Questo non solo migliora la privacy rendendo più difficile distinguere le transazioni complesse da quelle semplici, ma aumenta anche la sicurezza e riduce ulteriormente lo spazio occupato dalle transazioni in un blocco.

Potenziale di contratti intelligenti più complessi

Sebbene il Bitcoin non offra un sistema di contratti intelligenti avanzato come quello di Ethereum, Taproot permette di creare contratti più complessi ed efficienti in Bitcoin. Consentendo l’invio e l’elaborazione di transazioni complesse allo stesso modo di quelle semplici, Taproot apre nuove possibilità per l’implementazione di applicazioni finanziarie decentralizzate e altri tipi di contratti intelligenti sulla rete Bitcoin.

bitcoin taproot

Il dimezzamento del Bitcoin nel 2024, come influisce sul BTC?

Il dimezzamento dei Bitcoin è un evento programmato che si verifica ogni quattro anni circa, in cui la ricompensa dei blocchi ricevuta dai minatori viene dimezzata. Questo meccanismo è integrato nel codice Bitcoin per controllare l’inflazione, assicurando che l’emissione di nuovi bitcoin venga ridotta nel tempo fino al raggiungimento del limite massimo di 21 milioni di unità. Il prossimo dimezzamento è previsto per il 2024 e, come in passato, si prevede che avrà un impatto significativo sul mercato e sull’adozione di Bitcoin.

La riduzione della ricompensa di blocco riduce la velocità di generazione di nuovi bitcoin, riducendo così l’offerta di nuovi bitcoin che entrano nel mercato. Storicamente, i dimezzamenti hanno preceduto periodi di aumento dei prezzi dei Bitcoin, poiché la diminuzione dell’offerta, unita a una domanda costante o in aumento, tende a far salire il prezzo. Per i minatori, il dimezzamento riduce direttamente le loro entrate in bitcoin, il che può portare a una diminuzione temporanea dell’hashrate della rete se i prezzi di mercato non aumentano per compensare la minore ricompensa. Tuttavia, l’aumento previsto del prezzo del Bitcoin dopo il dimezzamento può contribuire a mantenere il mining redditizio e a garantire la sicurezza a lungo termine della rete.

Il dimezzamento aumenta la consapevolezza del pubblico sul Bitcoin, poiché spesso genera una copertura mediatica significativa e discussioni nella comunità delle criptovalute. Questa maggiore attenzione può attirare nuovi investitori e utenti, favorendo l’adozione. Inoltre, la percezione del Bitcoin come bene scarso può essere rafforzata dal fatto che spesso viene paragonato a metalli preziosi come l’oro, rafforzando il suo valore come riserva di valore e “oro digitale”. A lungo termine, il dimezzamento rafforza i fondamenti economici del Bitcoin, promuovendone la scarsità e il potenziale di apprezzamento. Questo può contribuire positivamente alla sua adozione come bene di investimento e riserva di valore, oltre che al suo utilizzo nelle transazioni internazionali e nelle rimesse.

Dimezzare il Bitcoin

L’investimento in cripto-asset non è regolamentato, potrebbe non essere adatto agli investitori al dettaglio e l’intero importo investito potrebbe andare perso. È importante leggere e comprendere i rischi di questo investimento, che sono spiegati in dettaglio.

Contáctanos
Contáctanos
Hola 👋 ¿En qué podemos ayudarte?